ESSERE 4.0 EXPO | Una passeggiata interattiva tra le idee e le applicazioni dell’industria 4.0

Questa installazione racconta, attraverso una raccolta di esperienze interattive provenienti da centri di ricerca, industrie, laboratori, alcuni concetti chiave della “industria 4.0”, una definizione lanciata in Germania all’inizio di questo decennio e che prefigura un modo di produrre del tutto nuovo, fondato sulla integrazione di tecnologie tradizionali e digitali, utilizzo di Internet, robotica e intelligenza artificiale. Se la prima rivoluzione industriale ha utilizzato l’acqua e il vapore per meccanizzare la produzione; se la seconda ha usato l’energia elettrica per produrre in massa; se la terza ha visto nell’elettronica e le ICT gli strumenti per automatizzare la produzione; ora, la quarta rivoluzione industriale è caratterizzata da una fusione di tecnologie che sta unendo la sfera fisica, digitale e biologica. Obiettivo di questa installazione non è certo quello di una narrazione esaustiva o manualistica; piuttosto, la scelta è quella di una narrazione “suggestiva” che mostri quanto l’industria 4.0 possa essere fatta di tecnologie “intorno” agli esseri umani, piuttosto che “invece” degli esseri umani, come da più parti si temeva e ancora molti temono. Non ci nascondiamo, infatti, un impatto via via crescente sul lavoro e sugli esseri umani stessi; ma il nostro auspicio è che questo impatto venga governato e messo al servizio delle persone e non subito passivamente.
Realizzata attraverso un percorso di progettazione partecipata che ha coinvolto, in 6 mesi di lavoro, oltre 15 istituti di ricerca e 80 ricercatrici e ricercatori, questa passeggiata vuole stimolare riflessioni e innescare approfondimenti; stimolare la curiosità e aprire discussioni. Perché, seppur forse più lentamente e sommessamente di quanto non ci si aspettasse, grazie all’industria 4.0 molto sta cambiando, non solo nella fabbrica e nella produzione, ma anche nella società e nei nostri stessi corpi.

FOCUS SULLA MOSTRA

La mostra-istallazione “Essere 4.0 EXPO” è un progetto ideato da Città della Scienza.
Città della Scienza, 21 novembre 2019 – 12 gennaio 2020
L’esposizione rientra nell’ambito della 33˚ edizione di Futuro Remoto –  ESSERE 4.0 –  Storie di Rivoluzioni Scienza e Tecnologia, da Leonardo da Vinci ad oggi.

Università degli Studi di Napoli Federico II con:

Centro Museale “Musei delle Scienze Agrarie” – MUSA di Portici; Dipartimento di Architettura; Dipartimento di Fisica “Ettore Pancini”; Dipartimento di Ingegneria Chimica dei Materiali e della Produzione Industriale; Dipartimento di Ingegneria Industriale; Dipartimento di Giurisprudenza; Dipartimento di Scienze politiche; Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni; ICAROS (Centro Interdipartimentale di Chirurgia Robotica); Laboratorio di Quantum Computing e Smart Systems (QUASAR); LUPT Unina – Centro interdipartimentale per la pianificazione del territorio; PRISMA Lab (Laboratorio di Progetti di Robotica Industriale e di Servizio, Meccatronica e Automazione), in DIETI (Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione); PRISCA Lab (Progetti di Robotica Intelligente e Sistemi Cognitivi Avanzati); Scuola Politecnica e delle Scienze di base Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e delle Risorse.

Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli" con:

Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Avanzate (DAMSS); Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale (DADI); Centro Interuniversitario di Ricerca per le Neuroscienze (CIRN);

Università degli Studi di Napoli l'Orientale con:

Dipartimento Asia Africa e Mediterraneo; Dipartimento di Scienze Umane e Sociali; Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati; E-voluzione

Università degli Studi Roma Tre

CNR con:

CNR-IBB Istituto di Biostrutture e Bioimmagini; CNR-IRC Istituto di Ricerche sulla Combustione; CNR-ISMAR Istituto di Scienze Marine; CNR- ISPC Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale; CNR – SPIN Istituto superconduttori, materiali innovativi e dispositivi; Rete MoSeF con: CNR-ICB: Istituto di Chimica Biomolecolare del Consiglio Nazionale delle Ricerche; CNR-INO: Istituto Nazionale di Ottica; I.T.I. Augusto Righi

INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica con:

Osservatorio astronomico di Brera in collaborazione con MACSIS Università della Bicocca, Milano; Osservatorio Astronomico di Capodimonte in collaborazione con il Politecnico di Milano, Inta di Madrid, Iki di Mosca e il supporto dell’Agenzia spaziale italiana.

INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare

ENEA, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile;  IFOM, Istituto FIRC di Oncologia Molecolare

MANN, Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Parco Archeologico di Paestum, Sviluppo Campania

Apptripper srl – emotional experience; Associazione Archintorno; Associazione Creactivitas; Coordinamento Napoletano Donne della Scienza; Digitalcomoedia
Le Nuvole Società Cooperativa; Mineral Art Gallery; Heretix Technology

Sponsor tecnici:

Consorzio Produttori Florovivaisti Campani – CPFC; FLOVER; Gaia Florum;  Vivai Vesuviani;

E anche:

Fondazione Banco di Napoli; Futura Group srl; Totem

Comitato Scientifico
Pietro Amodeo · Istituto di Chimica Biomolecolare ICB-CNR
Mauro Gargano · INAF -Osservatorio Astronomico di Capodimonte
Carla Langella · Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli
Andrea Manzo · Università degli Studi di Napoli L’Orientale
Massimo Martorelli · Università degli Studi di Napoli Federico II
Marina Melone · C.I.R.N. Centro Interuniversitario di Ricerca per le Neuroscienze
Riccardo Motti · Università degli Studi di Napoli Federico II
Giampiero Pepe · Università degli Studi di Napoli Federico II
Piero Salatino · Scuola Politecnica e delle Scienze di Base
Bruno Siciliano · Università degli Studi di Napoli Federico II

Per Città della Scienza
Ideazione e progetto
Alessandra Drioli

Supervisione
Luigi Amodio

Progetto espositivo
Carla Giusti con Giovanna Nichilò,
e con la collaborazione di Maria Fusco e Assunta Valentino,

Progettazione grafica
Anna Pellone

Segreteria organizzativa
Mariangela Ferrara
Sara Santilli