Exit

Il racconto è quello della più straordinaria scoperta in fisica degli ultimi 100 anni: la prima rivelazione di onde gravitazionali emesse dalla fusione di stelle di neutroni, avvenuta in perfetta sinergia tra strumenti molto diversi tra loro. Una scoperta che ha cambiato l’immagine del nostro universo. In un’alternanza non casuale di parole e musica, la narrazione in due atti è affidata ai protagonisti della scoperta: fisici d’eccezione che grazie a strumenti, tecnologie e conoscenze diverse, hanno ricomposto l’immagine di un evento cosmico straordinario, descrivendone nel dettaglio le caratteristiche e aprendo la nuova era dell’astronomia multimessaggero. Il contributo musicale alla narrazione partecipa alla coralità del messaggio. Alternandosi alla voce degli scienziati, la musica del trio jazz e dell’Orchestra Aperta, restituisce l’immagine del contributo specifico e al tempo stesso sinergico di tre modi di indagare l’universo: quello della fisica fondamentale, con i rivelatori per onde gravitazionali, quello dell’astrofisica, con i rivelatori di segnali elettromagnetici da sorgenti cosmiche, e quello degli strumenti in orbita nello spazio.

Ore 17.00 – 18.00
Città della Scienza – Sala Newton

Fascia di età: 15 – 18
A cura di: Agenzia Spaziale Italiana e dell’’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, con il contributo dell’Istituto Nazionale di Astrofisica
Con:
Fulvio Ricci, Professore ordinario di Fisica Generale e Gravitazione Sperimentale all’Università di Roma Sapienza ed associato alla Sezione di Roma dell’INFN
Immacolata Donnarumma, Astrofisica
Paolo D’Avanzo,  Ricercatore all’INAF-Osservatorio Astronomico di Brera

MUSICISTI:
Paolo Damiani, Compositore, direttore d’orchestra, contrabbassista e violoncellista
Rosario Giuliani, Sassofonista di prestigio internazionale
Michele Rabbia, Funambolo della batteria e di tutto ciò che si può percuotere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Go top