Le NUOVE MOSTRE di CITTA’ DELLA SCIENZA 2021-2022

formiche

MOSTRA INSETTI & CO

Target: per tutti
Dove: adiacente Mostra Mare
A cura di: Città della Scienza

Insetti e altri invertebrati sono ospiti di nuove istallazioni osservati in ambienti che richiamano i loro habitat Sarà possibile conoscere le straordinarie proprietà dei piccoli protagonisti la cui esistenza è favorita o messa a rischio a causa delle attività umane: Blatte, Mantidi, Insetti stecco, Formiche, Millepiedi e Paguri mostreranno a tutti i visitatori le loro caratteristiche, i punti di forza e di debolezza. E per gli insectofobici e aracnofbici…è arrivato il momento giusto per sfidare le proprie paure!

stress

7 PASSI NELLA SOSTENIBILITÀ 

dal 12 dicembre
A cura di: STRESS, Distretto Tecnologico per le Costruzioni Sostenibili, in collaborazione con ETT e Fondazione Idis – Città della Scienza
Target: 8 – 13 anni
Come progettare e costruire un edificio sostenibile? Un percorso con exhibit interattivi aiuta nella scoperta e nella conoscenza. Un’attività di sperimentazione che aiuta a comprendere il ruolo centrale che le “costruzioni sostenibili” detengono nel raggiungimento degli obiettivi del Green Deal. La Mostra/Gioco prende il nome di “7 passi nella sostenibilità”, perché è un percorso di scoperta in sette tappe di gioco, scandito dall’incontro con exhibit interattivi che simulano il cantiere di un’abitazione ecosostenibile in cui i ragazzi sono chiamati a costruire il proprio modello di casa sostenibile ed intelligente come dei veri e propri progettisti del futuro.

COVID

SARS-COV-2: IL VIRUS
CHE CI HA CAMBIATO LA VITA

dal 14 dicembre
Dove: CORPOREA – Museo Interattivo del Corpo Umano
Target: per tutti
E’ una nuova “isola tematica” del museo interattivo del corpo umano CORPOREA, realizzata grazie al contributo della Regione Campania. La mostra, che ha visto all’opera un prestigioso Comitato scientifico, è la prima mostra interattiva sul Covid realizzata in Italia. Essa racconta, attraverso oggetti, immagini, video, installazioni multimediali ed esperimenti, la storia della pandemia, con particolare riferimento alle vicende campane e al ruolo dei medici e dei ricercatori della nostra regione nella lotta contro il virus. A partire da questo nucleo espositivo, lo staff di Città della Scienza continuerà, così come sta facendo dall’inizio della pandemia, a informare il proprio pubblico sulla campagna vaccinale e sui comportamenti necessari per prevenire la diffusione del virus.

artescienza

ITALIA: L’ARTE DELLA SCIENZA PER L’AMBASCIATA D’ITALIA IN MESSICO

Target: dai 10 anni
Dove: Spazio mostre temporeane
A cura di: Città della Scienza
Un piccolo estratto della mostra ITALIA: L’ARTE DELLA SCIENZA, curata da Città della Scienza per l’Ambasciata Italiana in Messico, attualmente esposta al Museo Universum. Racconti di donne e uomini di scienza del passato e dell’epoca moderna che ben rappresentano la visione italiana della cultura. Biografie di personalità poliedriche, libere da dogmatismi e aperte alle innovazioni, che hanno amalgamato diversi ambiti del sapere, dalle scienze naturali e “dure” alle scienze letterarie e artistiche.

extreme tour

EXTREME TOUR, DAI GRECI AL GRAND TOUR..

Target: dai 10 anni
Dove: Marie Curie
A cura di: Città della Scienza
Extreme tour, Dai Greci, ai fasti del Grand Tour alla ricerca della vita su Marte, è un percorso all’incrocio tra arte e scienza, in cui si viaggerà alla scoperta dei Campi Flegrei e di altri ambienti estremi come Antartide e Yellowstone Park attraverso protagonisti d’eccezione: gli estremofili, microrganismi che sopravvivono e proliferano in condizioni ambientali proibitive per gli esseri umani, esplorando le caratteristiche di questi organismi, oggetto di studio ad in diversi campi tra cui la simulazione della vita su Marte.

inaf copia

LO SPAZIO NEL TEMPO_ LE MAPPE CELESTI DALLA CARTA AL BIT

Target: dai 10 anni
Dove: Spazio Galilei
A cura di: INAF
Ricostruisce – attraverso numerose testimonianze conservate presso lo storico patrimonio bibliografico del l’Istituto- l’evoluzione del concetto di mappa celeste e di cartografia planetaria accompagnando il visitatore fino agli spettacolari risultati raggiunti oggi dalle missioni spaziali, europee e non solo, ripercorrendo, dal Seicento agli inizi del Novecento, gli studi volti a delineare la superficie della Luna e di Marte.

futuro remoto

I 35 ANNI DI FUTURO REMOTO

Target: dai 10 anni
Dove: Spazio mostre temporane

A cura di: Città della Scienza
Sono passati 35 anni dalla prima edizione di Futuro Remoto.

Per celebrare la storia di questo evento cardine della divulgazione scientifica a Napoli, Fondazione Idis – Città della Scienza ripercorre le varie tappe della manifestazione con una mostra che – attraverso proiezioni, suggestioni e testi – ne evidenzia temi affrontati, principali laboratori e attività e l’elenco degli ospiti di rilievo. Tutto ciò ha contribuito a rendere Futuro Remoto, un punto di riferimento per la comunità scientifica internazionale.

canapa

HEMP TRANSITION: CANAPA,
LA COLTURA DEL PASSATO
E DEL FUTURO

Target: dai 10 anni
Dove: Spazio Galilei
A cura di: Città della Scienza in collaborazione con Assocanapa Srl
Una mostra che racconta le infinite qualità e opportunità di impiego della canapa industriale, approfondendo in particolare gli effetti fitodepurativi per la rigenerazione dei suoli inquinati. Attraverso un intreccio di materia vegetale, proiezioni digitali e prodotti di design viene proposta un’installazione emozionale che vuole porre l’accento e rivalutare la coltura e la produzione di canapa come materiale della nostra cultura produttiva del passato ma anche come materiale di un possibile futuro sostenibile altamente rinnovabile, dalle ottime prestazioni meccaniche e di durabilità, ma soprattutto coltura in grado di rigenerare i terreni contaminati.

prosperità

I COLORI DELLA PROSPERITÀ: FRUTTI DEL VECCHIO E NUOVO MONDO

Target: dai 10 anni
Dove: Spazio Galilei
A cura di: Farnesina
I festoni, progettati da Raffaello e dipinti da Giovanni da Udine nella Loggia di Amore e Psiche per la residenza transtiberina di Agostino Chigi, costituiscono un documento unico della straordinaria biodiversità botanica che convergeva a Roma da tutto il mondo. Essi erano un potente strumento di meraviglia e un evidente simbolo di prosperità e hanno il primato di prima documentazione delle piante appena arrivate in Europa dopo la scoperta dell’America. La mostra valorizza questo patrimonio di grande interesse scientifico e culturale con due differenti percorsi, il primo dedicato allo studio dei cromatismi associati a una selezione di frutti provenienti da tutti i continenti, il secondo dedicato al tema della biodiversità.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone