Officina dei Piccoli

ODP

L’Officina dei Piccoli è un contesto di luoghi, attività, incontri, eventi, dedicato al mondo dell’infanzia. Sin dalla sua prima configurazione nel 1996, Città della Scienza ha riservato particolare attenzione al pubblico infantile impegnandosi sempre a dedicare programmi adatti alle esigenze dell’età dei destinatari.

Esclusivamente “riservata” ai bambini da 0 a 11 anni, è aperta ora al pubblico la nuova Officina dei Piccoli che, oltre alle aree del Giardino, occupa uno spazio di circa 500 mq coperti.

CAMPUS_ESTIVI_1920_x_1080_px_(gif_animata)

Io e gli altri. Un’area dedicata al confronto tra sé e gli altri a partire dalla conoscenza del proprio corpo. Uno spazio in cui i bambini sono invitati a svolgere giochi che a partire dal sé li conducono a tematizzare la differenza con l’altro. La mostra “Rewind” su temi interculturali all’interno dello spazio permette ai bambini il confronto con altre realtà del mondo e su come giocano e vivono i bimbi di altri paesi.

In questo spazio il bambino, interagendo con gli exhibit presenti, si confronta con il mondo intorno a sé, osserva la realtà e acquista strumenti per passare dall’osservazione dei fenomeni alla conoscenza interpretativa, ossia che “faccia scienza”.

officina-rewind

La materia. Per esplorare la materia i bambini possono fare laboratori con argilla, materiali di riciclo, o riuso, ma anche esperimenti scientifici.

La natura. Questa area sviluppa le tematiche della natura e del mondo vivente, tramite lo stretto collegamento con i contenuti del Giardino esterno, luogo privilegiato di esplorazione e contatto con la natura per i più piccoli. I percorsi laboratoriali sulla natura prevedono la possibilità di svolgere semplici attività di raccolta di campioni, analisi, interpretazione di fenomeni naturalistici, ecc. utilizzando i “ferri del mestiere”: animali vivi e piante; microscopi; reagenti chimici; software didattici. Intorno al Giardino ci sono anche aree all’aperto in cui i più piccoli possono unire il piacere di stare al sole e all’aria aperta insieme ad occasioni educative e di gioco.

officina-ombre

Il mondo di Bit. I bambini hanno sempre amato Bit, il burattino virtuale di Città della Scienza che, dal 1998, accoglie i visitatori, dialoga con loro, li fa divertire e dà loro utili consigli per la visita. Inoltre utilizzando la tecnologia touch i bambini possono fare giochi di gruppo attorno ad una postazione interattiva multimediale.

officina-bit

La Scienza in Treno. La postazione, a cura di Ferrovie dello Stato Italiane e Città della Scienza, è la terza di un progetto più ampio che Ferrovie dello Stato Italiane ha già sperimentato con il MUBA di Milano e l’EXPLORA di Roma. È composta da uno smart game inserito in un percorso espositivo di contenuto scientifico, che ha l’obiettivo di promuovere in bambini e ragazzi comportamenti sostenibili e di raccontare i traguardi tecnologici ed ecologici del nuovo treno ad Alta Velocità FRECCIAROSSA 1000, del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. Lo smart game e il percorso forniscono informazioni e curiosità su come nasce una linea Alta Velocità, quali sono i parametri che rendono sicuro un treno ad Alta Velocità, quali sono le emissioni di CO2 di un treno rispetto agli altri mezzi di trasporto. Il percorso, inoltre, propone alcuni esperimenti sui cambiamenti climatici.

_DSC0887