Corporea

È in arrivo un incredibile viaggio nel più affascinante e complesso dei mondi: il nostro corpo.

Cos’è che dà vita a così tante emozioni, speranze e aspettative come accade con il sesso e con i temi connessi alla riproduzione? Cosa succede nei 9 mesi in cui da cellula si diventa embrione, poi feto e finalmente alla nascita… neonato?
Come funziona il nostro cervello? E cosa accade quando dormiamo o sogniamo?
Come si trasforma il nostro corpo nel corso della vista?
Quali sono le ultime scoperte in campo medico?

Per dialogare insieme su questi e tanti altri temi nasce CORPOREA, un nuovo tassello di Città della Scienza composto da:

  • un percorso espositivo che segue le varie fasi di sviluppo della vita di un essere umano, dalla riproduzione, alla nascita, al suo invecchiamento, focalizzandosi su alcune temi fondamentali e di grande attualità come il cervello e le sue funzioni; il sesso; cellula, genetica e evoluzione, le trasformazioni del corpo nel corso del tempo; il rapporto tra salute e stile di vita;
  • un Dome, primo e unico esempio in Campania di grande sala di proiezione a cupola per proiezioni 3D;
  • un CAVE, spazio immersivo di realtà virtuale in cui il visitatore potrà calarsi in avventure sempre nuove;
  • un percorso per i più piccoli, con esperienze divertenti e coinvolgenti sulla conoscenza del proprio corpo;
  • una vetrina della ricerca scientifica che offrirà l’opportunità di scoprire le nuove frontiere della medicina; uno spazio sempre aggiornato e aperto al territorio;
  • laboratori e agorà per ospitare attività didattiche, spettacoli di teatro scientifico, animazioni e incontri con esperti;
  • uno sportello della salute per informare e orientare il cittadino sui temi della salute.

Sono ripartiti il 12 marzo, i lavori all’interno del cantiere di Corporea, l’ultimo dei quattro lotti funzionali di Città della Scienza. I lavori erano stati sospesi nel 2010 per un blocco dei fondi. Corporea è stato progettato come museo interattivo del corpo umano, il primo di questo tipo in Europa, dotato anche di un grande e innovativo dome 3D. Nei 5000 mq di spazi espositivi sarà inizialmente ospitato il primo nucleo del nuovo science centre di Città della Scienza, in attesa della riapertura del museo andato distrutto nell’incendio dello scorso 4 marzo. La struttura era già in buona parte completata al grezzo. Le tempistiche prevedono un completamento dei lavori in 8 mesi.