Science Centre

I science centre, molto diffusi in Europa (dove la sola rete ECSITE ne raccoglie circa 450) e nel mondo, sono luoghi di visita, educazione scientifica, turismo culturale, la cui filosofia espositiva è basata sull’interattività e la sperimentazione diretta dei fenomeni naturali e delle tecnologie.

Il Science Centre di Città della Scienza, il primo museo scientifico interattivo italiano, attraeva nelle sue aree espositive circa 350.000 visitatori l’anno, prima dell’incendio doloso che, il 4 marzo 2013, ne ha distrutto gran parte, suscitando commozione e solidarietà in tutto il mondo.

Il Science Centre di Città della Scienza rimane sempre un importante strumento di educazione e diffusione della cultura scientifica attraverso mostre, incontri con scienziati, campagne e attività di promozione della scienza e della tecnologia, progetti di collegamento tra scienza e società a livello nazionale, europeo, internazionale.

Dal 31 ottobre, dopo le manifestazione Smart Education & Technology Days / 3 giorni per la scuola e SIEE-Sino Italian Exchange Event, Città della Scienza, con Futuro Remoto, riapre al pubblico le sue aree espositive, dedicando sempre una particolare attenzione al mondo della scuola, così importante per il rilancio del nostro Paese. Di grande importanza per noi, infatti, sono l’innovazione della didattica scientifica e l’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie nella scuola. Strumento operativo di tale attività sono le nostre aule e i nostri laboratori: tutti luoghi di sperimentazione di quella smart education, che contribuisce a costruire la nuova scuola pubblica.

Città della Scienza, insomma, continua ad essere il luogo ideale per le scolaresche e per i docenti, per una didattica viva e per costruire insieme la scuola del futuro.

Senza titolo-1