PROGETTO #CON

A cura del corso di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Napoli

 Al centro del villaggio di Futuro Remoto è installata l’opera “Cuore #CONfiato”, cuore pixellato gonfiabile, alto 4 metri,  generato da azioni determinate dal pubblico che partecipa  alla manifestazione. Infatti, attraverso l’utilizzo condiviso di alcuni dispositivi, i visitatori azionano una pompa che immette  aria all’interno del gonfiabile, contribuendo a dar vita al grande cuore della città.

#CON è un contenitore che influisce sulle relazioni e sui contatti reali, proponendosi come sintesi tra realtà fisica e realtà digitale, tra atomo e bit. Lo sviluppo di #CON avviene attraverso i DEA (Dispositivi Estetici Aggreganti) e attraverso la comunicazione convenzionale e unconventional (ad esempio con azioni di guerrilla marketing) e sui social network. Tradotto in segno, #CON amplifica, dunque, le connessioni e determina inaspettate relazioni all’interno della piazza.

#CON

CHI SIAMO

CONNESSIONI è potenziare il dialogo tra i soggetti che producono e promuovono cultura, è mettere in comune, è fare insieme, è cooperare, è fare rete, è alimentare la creatività, è trovare nuove soluzioni, è innovare, è sostenere la pace, è promuovere quella visione dello sharing che si vuole proporre come prospettiva per uno sviluppo sostenibile.

CONNESSIONI è dare risposta all’esigenza di condivisione della conoscenza e di partecipazione democratica ai processi di innovazione in atto nella società.
Il tema delle CONNESSIONI è declinato in molteplici sottotemi, sviluppati attraverso laboratori, dimostrazioni, science show e spettacoli.

FUTURO REMOTO – CONNESSIONI rappresenta un’occasione speciale per far conoscere le nuove prospettive aperte dai più recenti risultati della ricerca scientifica, culturale e tecnologica e le possibilità offerte a tutti noi per cambiare nel concreto la nostra vita, anche grazie alle trasformazioni promosse dal sistema della ricerca e dell’innovazione del nostro Paese.

IL PIÙ GRANDE VILLAGGIO DELLA SCIENZA D’EUROPA TI ASPETTA NEL CUORE DI NAPOLI

LE ISOLE TEMATICHE

12 i temi scelti per le ISOLE TEMATICHE allestite nel cuore della piazza:

IL CALENDARIO DELLE ATTIVITÀ

Premi Nobel, scienziati e rappresentanti della cultura scientifica di fama nazionale e internazionale incontrano il pubblico di Futuro Remoto per presentare i risultati più avanzati della ricerca in settori strategici per lo sviluppo del Paese e per dar vita a momenti di riflessione sull’intreccio tra scienza e società, ricerca e tecnologia, e per riflettere sui grandi temi della civiltà contemporanea.

INCONTRI, CAFÉ SCIENTIFIQUE E LEZIONI IN PIAZZA

Ogni pubblico trova a Futuro Remoto il format adatto per discutere i temi dell’attualità scientifica. Dibattiti, lezioni accademiche in piazza e incontri informali, come caffè scientifici e speed dating scientifici, sono le attività che si succedono nel corso della manifestazione. Momenti di incontro che consentono a tutti di informarsi e discutere insieme agli esperti di temi scientifici, etici e sociali connessi alla ricerca scientifica e tecnologica.

SCIENCE SHOW E SPETTACOLI

Come nello spirito di una grande festa di piazza, seppur scientifica, non possono mancare eventi e spettacoli all’aperto. In particolare sul palco al centro della piazza si svolgono science show, spettacoli di danza, speed dating scientifici, improvvisazioni musicali, giochi di scienza e altri eventi originali improntati all’insegna del coinvolgimento del pubblico.
Grande rilievo è dato alla dimensione internazionale delle proposte, con la partecipazione di gruppi provenienti da diversi paesi europei.

INSTALLAZIONE SIMBOLICA FR 2017

#CON è un contenitore che influisce sulle relazioni e sui contatti reali, proponendosi come sintesi tra realtà fisica e realtà digitale, tra atomo e bit. Lo sviluppo di #CON avviene attraverso i DEA (Dispositivi Estetici Aggreganti) e attraverso la comunicazione convenzionale e unconventional (ad esempio con azioni di guerrilla marketing) e sui social network. Tradotto in segno, #CON amplifica, dunque, le connessioni e determina inaspettate relazioni all’interno della piazza.

LE MOSTRE

Una delle grandi novità di questa edizione di FUTURO REMOTO è la presenza di alcune bellissime mostre presenti sia all’interno del Villaggio della Scienza di Piazza del Plebiscito sia in alcune delle location esterne dislocate intorno alla piazza. Tra i temi trattati vanno dall’Artico al Cosmo, dall’anatomia umana, al design, con un omaggio anche a Carmelo Bene.

LABORATORI SCIENTIFICI

Nel Villaggio della Scienza di Futuro Remoto i visitatori possono partecipare ai laboratori scientifici organizzati e tenuti dai rappresentanti del mondo della ricerca e dell’innovazione. Un’occasione per scoprire un modo di approfondire i temi della scienza non solo senza fatica ma divertendosi.

FAB/LABORATORI DI ARTI E MESTIERI, CREATIVITÀ E MAKING

Il pubblico incontra la Manifattura 4.0, i makers e le nuove tecnologie per prendere parte a laboratori ad alto contenuto tecnologico che mostrano come le nuove tecnologie stanno rivoluzionando il modo di lavorare e di produrre, donando una nuova vita ai mestieri tradizionali.

COOPERAZIONE 4.0

L’edizione 2017 di Futuro Remoto offre a tutti i partecipanti un ulteriore spazio dedicato al confronto con le altre realtà, dove poter esplorare l’opportunità di creare connessioni interdisciplinari e intersettoriali, occasione di arricchimento e crescita professionale.

Università, Istituti di Ricerca, Startup/Spinoff e Imprese avranno la possibilità di presentare i loro progetti di cooperazione attraverso incontri one-to-one dedicati, allo scopo di discutere eventuali collaborazione in ambito di innovazione e di ricerca scientifica e tecnologica.

GLI OSPITI

Mons. Sanchez de Toca

Sotto-Segretario Pontificio Consiglio della Cultura

Cristiana Pulcinelli

Giornalista scientifica

Wolfgang M. Heckl

Direttore Generale del Deutsches Museum di Monaco di Baviera

Stefano Sandrelli

Responsabile della Didattica e Divulgazione dell’Ufficio Comunicazione dell’Istituto Nazionale di Astrofisica presso la sede di Milano dell’Osservatorio Astronomico di Brera

Mauro Ferrari

è uno dei padri della nano/micro-tecnologia biomedica

Francesca Ferlaino

Professoressa di fisica atomica presso l’Istituto di Fisica Sperimentale dell’Università di Innsbruck

Antonio Giordano

Oncologo, patologo, genetista, ricercatore, professore universitario. Direttore dello Sbarro Institute di Philadelphia

Carlo Alberto Redi

Università degli Studi di Pavia

Fiorella Belpoggi

Direttrice Centro di Ricerca sul Cancro Cesare Maltoni – Istituto Ramazzini

Luca Carra

Giornalista scientifico, scrive per L’Espresso e il Corriere della Sera

Claudia Di Giorgio

Giornalista, specializzata in cronaca scientifica, politiche della ricerca e comunicazione della scienza

Elda Morlicchio

Rettore Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

Giuseppe Paolisso

Rettore Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”

Silvia Bencivelli

Giornalista scientifica e la conduttrice radiotelevisiva

Gaetano Manfredi

Rettore Università degli Studi di Napoli Federico II

Elisa Manacorda

Giornalista e direttore di “Galileo”

Gualtiero (Walter) Ricciardi

Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità

Giuseppe Remuzzi

Medico nefrologo, svolge la sua attività di ricerca presso l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

Mauro Lusetti

Presidente Legacoop

Luisa Franzese

Direttore Generale dell’ USR Campania

Fernando Ferroni

Presidente dell’INFN

Andrea Cozzolino

Vicepresidente commissione per lo Sviluppo
Regionale, Parlamento Europeo

Lucio d’Alessandro

Rettore Università degli Studi Di Napoli “Suor Orsola Benincasa”

Alberto Carotenuto

Rettore Università degli studi di Napoli “Parthenope”

Enrico Cappellaro

Vicepresidente dell’INAF

WALTER VILLADEI

Cosmonauta e tenente colonnello dell’Aeronautica Militare

Attilio Bianchi

Direttore Generale Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale

Valerio Rossi Albertini

CNR ricercatore Istituto di Struttura della Materia

Vito De Filippo

Sottosegreterio di Stato presso il MIUR

LA COMMUNITY

Futuro Remoto, la 31esima edizione si conclude con 250mila visitatori

Leggi tutto Like this post0

Villadei a Futuro Remoto: “L’accesso allo spazio opportunità per cooperazione e sviluppo tecnologico”

Leggi tutto Like this post0

Centomila visitatori a Futuro Remoto nel terzo giorno di attività in piazza

Leggi tutto Like this post0

Seconda giornata di Futuro Remoto, 60mila i visitatori in piazza

Leggi tutto Like this post0

Cesare Maltoni, la sua storia – Pietro Greco

Leggi tutto Like this post0

Futuro Remoto, oltre 40mila i visitatori nella prima giornata

Leggi tutto Like this post0

Futuro Remoto: ecco tutte le attività del D.RE.A.M. FabLab

Leggi tutto Like this post0

Gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali italiani in piazza con focus sulla sanità di prevenzione e sulla sicurezza alimentare

Leggi tutto Like this post0

Giovedì 25 maggio alle 10 via alla 31esima edizione di Futuro Remoto

Leggi tutto Like this post0

Nell’inferno di Loki Patera

Leggi tutto Like this post0

Flows in itinere. Le radici remote di un viaggio

Leggi tutto Like this post0

Connettere la storia della città con la mobilità del presente

Leggi tutto Like this post0

Quasicristalli, due generazioni in un meteorite

Leggi tutto Like this post0

Concerto grosso per il sistema Trappist-1

Leggi tutto Like this post0

TIM in piazza per Futuro Remoto, soluzioni innovative dalle startup dell’acceleratore #WCAP

Leggi tutto Like this post0

Nel 2017 Futuro Remoto torna ad aprirsi all’intera città di Napoli, a tutta la regione Campania, all’intero Paese, con ancora maggiore forza.

Come nelle ultime due edizioni, la manifestazione si terrà al centro – un centro anche simbolico – della città di Napoli: Piazza del Plebiscito.
Si vuole, così, ribadire il valore della svolta del 2015, che ha portato la manifestazione a essere “la Festa della Scienza” dell’intera comunità scientifica del Paese e, al contempo, una piattaforma vivente di “social innovation”.

CONTATTI

PER INFORMAZIONI

Sabrina Cavallaro
sabrina@cittadellascienza.it
tel. (+39) 081 7352.565

Francesco De Matteis
dematteis@cittadellascienza.it
tel. (+39) 081 7352.291

INFORMAZIONI
RISERVATE ALLE SCUOLE
Riccarda d’Onofrio
donofrio@cittadellascienza.it
tel. (+39) 081 7352.255

Close
Go top