Attività internazionali

Giornata Mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo 2013

Exhibit FabLab a Città della Scienza: progetto di cooperazione italo-americana

Pubblicato il manuale di Città della Scienza sulla comunicazione scientifica

 

La Giornata Mondiale della Scienza che si celebra il 10 Novembre di ogni anno a partire dal 2011, vuole ricordare il mandato e l’impegno dell’UNESCO per la scienza quale fattore di pace tra i popoli, richiamando la necessità di un nuovo contratto sociale, sottolineando il ruolo della scienza nella creazione di una società inclusiva e sostenibile in cui tutti i cittadini siano partecipi in modo critico e consapevole.

Quest’anno, la celebrazione della giornata a Città della Scienza è parte del programma di Futuro Remoto, il festival della scienza annuale organizzato dalla Fondazione IDIS, e ricopre un significato particolare dopo l’incendio doloso che ha colpito il Science Centre lo scorso 4 marzo.

In queste settimane, terribili venti di guerra continuano a spazzare Paesi e vaste aree del Pianeta: dalla Siria al Medio Oriente, coinvolgendo l’intero Mediterraneo, rischiando di pregiudicare rapporti internazionali su scala planetaria e segnando drammaticamente le sorti di intere nazioni e di comunità, di donne e uomini che, travolti da lutti e miserie sono sospinti a fughe precipitose dalle loro case, dalla loro terra, dai loro affetti, affrontando esodi drammatici.

Per questo motivo questa nuova edizione della manifestazione ha inteso sottolineare il ruolo che la Scienza può avere come strumento di dialogo, confronto e sviluppo quali fattori irrinunciabili di Pace tra i popoli.

L’edizione 2013 è stata promossa da Città della Scienza assieme all’Ufficio Unesco di Venezia e ha visto, come è ormai consuetudine, oltre alla conferenza ufficiale – curata direttamente con l’Unesco – la partecipazione di tutte le organizzazioni, associazioni ed ONG nella sessione poster per esporre e illustrare le proprie esperienze ed i propri progetti.

Continua >>

Il Ministero degli Affari Esteri, d’intesa con il Ministero dell’Università e della Ricerca, nell’ambito dei Progetti di grande rilevanza previsti nei Programmi Esecutivi di Collaborazione Scientifica e Tecnologica tra Italia e Stati Uniti d’America, ha finanziato il progetto di “Cooperazione italo-americana Exhibit FabLab a Città della Scienza”.

Il progetto, patrocinato dall’Ambasciata Italiana negli Stati Uniti d’America, prevede la cooperazione tra Città della Scienza e il MIT di Boston (Massachusetts Institute of Technology) con l’Associazione ASTC (Association of Science and Technology Center) di Washington che raggruppa i maggiori Science Centres del Nord America.

CONTINUA >>

E’ stato pubblicato dalla edizioni Springer, una della più prestigiose case editrice scientifiche internazionali, il manuale di comunicazione scientifica: Science Centres and Science Events. Il libro è un opera collettiva a firma del team della Fondazione Idis Città della Scienza.

La sua idea nasce a seguito delle attività svolte nell’ambito di un progetto di cooperazione Internazionale che ha visto la realizzazione nel 2008 di un Festival della Scienza ad Owerri in Nigeria, co- progettato da Città della Scienza con gli Studenti Nigeriani. Il percorso formativo offerto a questi studenti Nigeriani, sistematizzato, ha costituito il filo conduttore per la realizzazione di questo libro.

La pubblicazione dunque è un manuale pratico rivolto a coloro i quali intendono  progettare, promuove e realizzare attività di comunicazione scientifica come strumento di empowerment e di promozione di uno sviluppo consapevole e sostenibile.